MENU

Ristorante alpino Schmiedhof Alm, Zell am See | Austria

Progetto Nuova costruzione
ristorante alpino
Località Zell am See, Austria
Anno di realizzazione 2015

Committente
Schmiedhof Alm GmbH
Architettura ARSP ZT GmbH
Realizzazione Herzog Bau GesmbH
Realizzazione edilizia in legno
Holzbau Maier GmbH
Utilizzo BBS
Pareti in qualità visiva

Sul monte Schmittenhöhe presso Zell am See a 1.720 m sul livello del mare, nel corso delle generazioni si è avvicendata la gestione dello ristorante alpino Schmiedhof Alm, un locale molto particolare nel cuore della stazione sciistica, il cui ristorante è stato sottoposto a ristrutturazione. L'architettura è una componente integrale dell'innovativo concetto gastronomico, che intende creare la giusta atmosfera, lontana dal classico mondo caratterizzato dalla massa, e invitare al riposo e al relax godendo dei piatti tipici delle zone sciistiche.







L'aspetto del nuovo edificio riunisce tradizione e linguaggio architettonico contemporaneo, dando luogo a un concetto architettonico basato su un'aggiunta di volumi di diverse forme: sull'esistente e massiccio piano seminterrato è stata infatti collocata una classica baita con tetto a due falde costruita in legno, mentre il monolite in calcestruzzo a vista alloggia il ristorante montano Schmiedhof Alm.

Le aperture previste nelle strutture seguono due principi fondamentali: le finestre dello zoccolo in calcestruzzo e del monolite sono state pressate all'interno come rinforzo del carattere massiccio. Le finestre panoramiche della costruzione in legno spiccano dalla cubatura come delle specie di schermi cinematografici, creando un netto contrasto tra interno ed esterno. Le sedute che ne sono state ricavate offrono una vista inconfondibile sul Großglockner a sud e sullo scenario montano dello Steinernes Meer a nord.

La struttura portante della baita è composta da binderholz X-LAM BBS in qualità visiva all'interno e pareti esterne faccia a vista con isolamento interno per il monolite, che alloggia la cucina. La struttura del tetto della sala è stata eseguita come costruzione in legno ad alto isolamento. I travetti inclinati lasciati a vista, oltre regolare l'assetto dell'ambiente aperto, permettono la distribuzione dei carichi, per cui la parte inferiore è eseguita come soffitto acustico con liste di legno. Anche le pareti esterne in legno massiccio sono dotate di uno schermo verticale in legno. A causa dei tempi di costruzione che sulle Alpi sono limitati ai mesi estivi, sul posto è stato eseguito solo il blocco di cemento, mentre tutti gli altri componenti sono stati preparati e consegnati come prefabbricati.

L'accoglienza è prevista nella lunga struttura per circa 200 persone, mentre all'esterno è possibile rifocillarsi brevemente passando per lo "Ski-Drive-In". Grazie a questo servizio innovativo, una gastronomia di alta qualità è resa accessibile anche a un pubblico più attento al prezzo. Per il visitatore convenzionale, la sala offre un modo fantastico e libero di godersi lo spazio grazie alla possibilità di rilassarsi senza troppi convenevoli: con le sedute distribuite su tutte le vetrate a finestra che danno sulla facciata e i divisori di ambienti a mezza altezza, l'atmosfera non può altro che essere di estremo relax.

Riconoscimenti | Premi

Questo spettacolare progetto ha convinto anche le giurie internazionali.
2016: Bronze in the categorie hospitality - American Architecture Prize

Foto: © Friedrich Mayr Szummer, www.arsp.cc

Hotel Sand, Castelbello-Ciardes, Italia | Ristorante alpino Schmiedhof Alm, Zell am See, Austria | Hotel 2050, Rutesheim a Stuttgart, Germania | Suite tra gli alberi del V-Hotel, Bonn, Germania | Hotel Watles, Malles Venosta, Italia | Hotel Rössl, Rablà, Italia | Lavori di ristrutturazione di "Das Posthotel", Zell am Ziller, Austria | ZillerSeasons, Zillertal, Austria | Capella Granata, Penkenjoch nella valle dello Zillertal, Austria | Hotel Glöcknerin, Obertauern, Austria | Rifugio Olperer, Zillertal, Austria | Vilaggio Alpino, Annaberg, Austria