MENU
REFERENZA

Sopraelevazione di palazzo in Museumstraße, Innsbruck | Austria

Se un amante del calcestruzzo che da tantissimo tempo risiede nel palazzo improvvisamente diventa un propugnatore dell’edilizia in legno, il materiale deve convincere su tutta la linea. Nella Museumstraße a Innsbruck è stata fatta una sopraelevazione di 2,5 piani nella tecnica di costruzione sostenibile degli elementi X-LAM BBS. In soli 10 mesi sono sorti diversi appartamenti e appartamentini di pregio tra i 50 e i 125 m² le cui planimetrie sono state concordate in base alle esigenze dei locatari. Grazie ai grandi lucernari a cupola e alle vetrate tutti gli appartamenti godono ampiamente del sole e della luce del giorno.

Wohnhausaufstockung in der Museumstraße in Innsbruck © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Dachterrasse mit Blick auf die Innsbrucker Nordkette © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Ausgebauter Dachboden mit Übergang zur Terrasse © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Wohnküche © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Dachterrasse mit Blick auf die Innsbrucker Nordkette © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Mehrgeschossige Wohneinheit © Gerhard Hauser, Alexander Schmid

FATTI

Progetto Sopraelevazione
Località Innsbruck, Austria
Realizzazione 2019
Committente Manfred Payr - Steinbock Immobilien
Architettura Gerhard Hauser
Costruzione in legno Maurer Wallnöfer
Progettazione della struttura portante Gerhard Wibmer
Superficie utile 750 m²
Materiali impiegati 432 m³ X-LAM BBS binderholz in qualità non a vista

Solo l’edilizia in legno ha valorizzato al meglio la costruzione

Dopo il risanamento degli spazi commerciali a pianterreno avvenuto alcuni anni prima, nel 2018 era previsto anche il rifacimento – ovvero perfino l’estensione – dei piani superiori. Osservando gli edifici adiacenti, che erano più alti dell’immobile in questione della Museumstraße 14, era chiaro che esisteva la possibilità di una sopraelevazione. Per l’architetto Gerhard Hauser era il primo progetto in legno massiccio. “Dato che in questa sopraelevazione il peso gioca un ruolo decisivo, si è optato per la costruzione in legno, perché solo così si possono soddisfare i rigorosi requisiti in tema di edilizia.” Una realizzazione con materiali edili minerali sarebbe stata staticamente impossibile. La città di Innsbruck ha autorizzato una sopraelevazione di 2,5 piani con una superficie complessiva di 750 m². In totale è stato possibile realizzare nove unità abitative, creando così importante spazio residenziale nel centro città.

Dachgeschoss © Gerhard Hauser
Schnitt © Gerhard Hauser
Obergeschoss © Gerhard Hauser

Con precisione e passione

Per ostacolare il meno possibile il traffico nel centro cittadino di difficile accesso e non creare troppo disturbo ai vicini, le installazioni di cantiere hanno richiesto un timing ottimale. Il montaggio delle gru nella Museumstraße non era possibile a causa della linea tranviaria e perciò sono state installate nella traversa più vicina.

Prima si è dovuto asportare la vecchia capriata con la muratura per creare spazio per la nuova costruzione. Poi è stato ricostruito il solaio interpiano sopra il terzo piano con travi composite trapezoidali, cosiddette ‘Delta Beams’, ed elementi X-LAM BBS fissati, che con uno speciale pavimento servono alla distribuzione del carico del peso aggiuntivo dei nuovi piani. Gli altri solai intermedi e le altre pareti sono composti da elementi X-LAM BBS con spessori da 16 a 22 cm e sono stati montati uno dopo l’altro come un castello di carte. Complessivamente sono stati impiegati 432 m³ di X-LAM BBS binderholz in qualità non a vista. “La precisione della costruzione in legno mi ha impressionato”, così l’architetto Gerhard Hauser.

Uno dei vantaggi di X-LAM BBS binderholz è che gli elementi possono essere portati in cantiere già collegati tra loro e puntualmente. In questo modo il fabbisogno di superfici di magazzinaggio sul posto è ridotto al minimo. Gli elementi in cantiere devono essere solo montati, quindi la rapidità della realizzazione è garantita. Attraverso la velocità dell’edilizia in legno e l’impegno fattivo dei carpentieri la costruzione grezza era pronta già prima dell’inizio dell’inverno.

Dachterrasse mit Blick auf die Innsbrucker Nordkette © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Dachterrasse mit Blick auf die Innsbrucker Nordkette © Gerhard Hauser, Alexander Schmid

Sopraelevazione nella classe fabbricati 5

Lo specialista di costruzioni in legno Anton Kraler e il fisico delle costruzioni Wilfried Beikircher dell’Università di Innsbruck hanno affiancato il team della progettazione in particolare nelle questioni di isolamento acustico e antincendio. Dato che il progetto di sopraelevazione riguarda un edificio della classe fabbricati 5, la scala deve essere in materiale non combustibile secondo le norme antincendio. Si è impiegato pertanto un sistema di pannelli antincendio con una sottostruttura con spessore di 24 cm e un’intercapedine in cartongesso. Per la scala la scelta è caduta su una scala in acciaio rivestita sovradimensionata, che insieme all’ascensore sul lato sud dell’edificio dà accesso ai nuovi appartamenti. Le nuove unità abitative aggiunte si incastrano tra loro nelle planimetrie e in parte si estendono su più piani sopra i nuovi piani. Sulla facciata esterna l’edificio esistente e l’edificio nuovo si differenziano a malapena. Solo la mansarda con il mezzanino del sottotetto accessibile si distingue chiaramente dalla facciata rivestita in zinco. Rivolti verso il cortile interno, i nuovi piani superiori sporgono di ca. 2,6 metri oltre l’edificio esistente e creano così alcuni metri cubi di ulteriore spazio abitativo.

Un impianto di ventilazione centralizzato con recupero calore garantisce l’aria fresca nell’edificio. Gli appartamenti vengono riscaldati tramite radiatori a convezione e nel piano più alto sono stati montati climatizzatori per proteggere le mansarde dai picchi del calore estivo.

Dopo tre anni dedicati alla progettazione, è stato possibile limitare i tempi di costruzione a soli dieci mesi. La realizzazione brevissima è stata possibile anche perché tutti gli artigiani si sono coordinati tra loro con la precisione di un orologio svizzero e le consegne dei materiali nonché il lavoro di ben 14 aziende diverse sono stati organizzati in maniera ottimale.

Foto: © Gerhard Hauser, © Alexander Schmid
Progetti: © Gerhard Hauser

Wohnhausaufstockung in der Museumstraße in Innsbruck © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Übergang zur Terrasse © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Dachterrasse mit Blick auf die Innsbrucker Nordkette © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Mehrgeschossige Wohneinheit © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Wohnküche © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Stiege zum ausgebauten Spitzboden © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Aufstockung um 2,5 Stockwerke © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Dachterrasse mit Blick auf die Innsbrucker Nordkette © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Stiege von der Wohnküche zum Spitzboden © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Wohnküche © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Fenster mit Ausblick auf die Innsbrucker Nordkette © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Nutzbarer Raum im Dachgeschoss © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Ausgebauter Dachboden mit Übergang zur Terrasse © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Abtragung des alten Dachstuhls © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Abtragung des alten Dachstuhls samt Mauerwerk © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Blauer Spezialkran zum Einheben der 'Delta Beam' Stahlträger © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Trapezförmiger Verbundträger 'Delta Beam' © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Trapezförmiger Verbundträger 'Delta Beam' © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Einbau des Stahlträgers © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Montage © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Montage der Brettsperrholz BBS Elemente © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Montage der Brettsperrholz BBS Elemente © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Montage der Brettsperrholz BBS Elemente © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Montage der Brettsperrholz BBS Elemente © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Montage der Brettsperrholz BBS Elemente © Gerhard Hauser, Alexander Schmid
Rohbau © Gerhard Hauser, Alexander Schmid

Assistenza