MENU

Edilzia Residenziale di Wagramer Strasse, Vienna | Austria

Antefatto

Progetto complesso residenziale
Località
Vienna, Austria
Anno di realizzazione
2013


Committente
Familie, Gemeinnützige Wohn- und

Siedlungsgenossenschaft, Reg.Gen.m.b.H, Vienna
Realizzazione: edilizia in legno a cura di

Aichinger Hoch-, Tief- und Holzbau
GmbH & Co Nfg GK, Regau

Architettura

Schluder Architektur

Hagmüller Architekten
Statica RWT Plus ZT GmbH

Nel 2009 la città di Vienna ha dato vita al concorso tra costruttori "Holzbau in der Stadt" (edilizia in legno in città). L'obiettivo era quello di far sorgere abitazioni in edilizia in legno incentivate. Con questo approccio la città ha posto la prima pietra per l'edilizia in legno ai più alti livelli di sempre in Austria.

Negli anni dal 2001 al 2008 sono state promosse le innovazioni d'avanguardia che riconoscono il legname come materiale edile adeguato ad edifici residenziali a piani multipli. Queste innovazioni hanno reso possibile la progettazione del primo edificio residenziale in legno a 7 piani di classe 5 e la sua definitiva realizzazione.

A distanza di sei settimane circa di pianificazione intensiva, gli studi d'architettura Schulder e Hagmüller hanno presentato un progetto complessivo concorrenziale per un impianto con un totale di 101 abitazioni incentivate. Il progetto andava dalla progettazione, passando per la pianificazione tecnica dettagliata fino ad arrivare alla determinazione dei costi edili e ha soddisfatto al primo colpo le esigenze della giuria del concorso tra costruttori. Dopo la sua realizzazione completata con successo e l'acquisto di tutte le abitazioni è stata dimostrata la correttezza della decisione di questo progetto. I residenti del complesso sono stati e sono ancora del tutto entusiasti dell'elevata qualità e del grande comfort dell'edilizia residenziale in legno.

Descrizione del progetto

La posizione dell'opera ha influito in modo significativo sulla ripartizione dell'edificio. In questo modo l'edificio residenziale a 7 piani (porzione A, studio architettonico Schuldner) si trova oggi in posizione parallela rispetto alla via di comunicazione fortemente trafficata di Wagramer Staße e protegge i tre assi dell'edificio a tre piani retrostanti (porzione B, studio di architettura Hagmüller) come una parete fonoisolante. Entrambe le porzioni sono raccordate tra loro con porticati coperti.

È stato possibile realizzare gli assi residenziali a 3 piani nella porzione B grazie a campate dei solai relativamente più contenute e alla struttura portante stabile in legno multistrato BBS (X-LAM) di binderholz per costituire un insieme di edilizia in legno massiccio. Le finiture armoniche delle facciate in legno creano un passaggio delicato alla zona della casa unifamiliare contigua.

La struttura principale a 7 piani è stata eretta invece con un'edilizia mista in legno.

Per questo edificio sono validi degli elevati requisiti antincendio (classe 5) che è stato possibile soddisfare con gli elementi in BBS (X-LAM) nelle diverse realizzazioni. Per essere all'altezza del contenimento previsto, binderholz in collaborazione con la ditta Saint Gobain Rigips Austria ha definito tutti i sistemi a parete, solaio e tetto e certificato i parametri rilevanti al livello fisico-edilizio di ogni singolo impianto, come ad esempio i valori per la protezione antincendio ed isolamento acustico. Gli architetti e i progettisti traggono attualmente beneficio da queste opere fondamentali come descritto nel manuale del'edilizia in legno massello. Al suo interno è descritto un gran numero delle strutture edili omologate in modo esteso e con tutti i parametri rilevanti.

Le pareti portanti dell'abitazione e gli elementi delle pareti esterne non portanti in BBS (X-LAM) hanno consentito un elevato livello di prefabbricazione. I solai presentano una campata di 6,25 m e sono stati realizzati con elementi compositi in calcestruzzo e BBS (X-LAM). Soltanto per le tre trombe delle scale sono scesi in campo esclusivamente i componenti in calcestruzzo che rendono l'edificio più stabile formando allo stesso tempo le zone antincendio previste.

La realizzazione

Le opere edili in legno per tutto il complesso sono state eseguite dall'azienda Aichinger Hoch-, Tief- und Holzbau in un tempo di realizzazione di soli cinque mesi. La chiave di questo successo sono stati l'impiego ottimale dei materiali e il livello di prefabbricazione molto avanzato grazie alla combinazione di elementi XL in BBS (X-LAM) (formato grande) nell'ambito delle pareti con elementi in BBS (X-LAM) 125 (formato di sistema) nell'ambito dei solai. In questo modo è stata realizzata una superficie abitativa utile complessiva di 8.440 m², oltre agli 800 m² di aree comuni. Per questo intervento sono scesi in campo circa 19.400 m² di BBS (X-LAM), per un volume di ben 2.400 m³.

Tutte le 71 unità abitative nella parte dell'edificio A e delle 10 unità abitative per la porzione B dispongono di un ambiente esterno privato, o sotto forma di balcone o di terrazza.

Conclusione

Senza costosi interventi speciali, grazie alle soluzioni dettagliate ed ottimizzate e all'interazione ben ponderata di diversi materiali da costruzione, è stata realizzata un'opera di grande pregio a livello qualitativo e raffinata a livello economico ed ecologico con costi complessivi contenuti. Nel frattempo i residenti hanno ripetutamente confermato ed evidenziato in modo positivo la funzionalità degli edifici e l'efficace progettazione fonoisolante.

Fotos: Franz Pfluegl, RWT, Schluder

Abitare nel parco, Mondsee, Austria | Wenlock Road, Londra, Gran Bretagna | Residenza Wirtsgründe, Flaurling, Austria | Edilizia Residenziale di Breitenfurter Strasse, Vienna, Austria | Edilzia Residenziale di Wagramer Strasse, Vienna, Austria | Impianto residenziale a 8 piani, Bad Aibling, Germania | Impianto residenziale Griffen Green, Griffen, Austria | Impianto residenziale 1, L’Aquila, Italia | Impianto residenziale, Kapfing, Austria | Impianto residenziale Mühlweg, Vienna, Austria | Impianto residenziale Schützenstrasse, Innsbruck, Austria